banner

La Mannaja


Quest’opera in ferro, collocata in Piazza Sette Maggio, è stata realizzata nel 2013 dal Maestro Alunni Alberto e da suo figlio Mattia ed è stata ispirata dal miracolo della mannaja di Pietralunga.
La leggenda narra la storia di un pellegrino che venne ingiustamente condannato a morte con l’accusa di omicidio; ma quando il boia provò a tagliargli la testa, la lama della mannaja si piegò su se stessa, allora si gridò al miracolo e il pellegrino venne scagionato.
Oggi la mannaja è conservata nel Duomo di Lucca.

Il Pettirosso
Secondo la leggenda un uccellino triste per le soffereze di Gesu in croce, cercò di aiutarlo togliendogli le spine dal capo.
Nel farlo si macchiò il petto di sangue divino e si guadagnò così il nome di Pettirosso, per tutti simbolo di compassione cristiana.
Posizionando al vertice della scultura un pettirosso, simbolo di compassione cristiana, l’artista sigilla per sempre la mannaja sul suo ceppo.

Creazioni in Ferro di Alunni Alberto

Artigianato – Artigianato Artistico – Artista, un evoluzione naturale durata circa 20 anni con il ferro come compagno.
Crea le sue opere cercando di aprire finestre verso altri mondi, dove regna la serenità e la natura incontaminata è rigogliosa.
Il suo intento è di spingere l’osservatore a fermarsi, aprire gli occhi per cogliere ogni dettaglio e tornare a respirare.
Vorrebbe dare la possibilità di vedere al di là dei muri eretti dalle difficoltà della vita, usando le sue opere per creare una connessioni tra le anime.

MOSTRE COLLETTIVE

Dal 1997 al 2015 ha partecipato a numerose mostre di arte Fabbrile in tutta Italia, Stia (AR), Arco di Trento (TN), Limena (PD), Schio (VI), Guardiagrele (CH), Veroli (FR), Mascalucia (CT), Vittorio Veneto (TV), Candelara (PU), Foligno (PG), Città di Castello (PG), Montone (PG), Pietralunga (PG), Perugia (PG), Umbertide (PG), Orzinuovi (BS).
2013 “Solamente Arte e Tartufo” Città di Castello (PG) Italia
2015 “Arte italiana tra forma e colore” Bratislava Slovacchia
2015 “1° biennale internazionale d’arte e territorio in Umbria” Umbertide(PG) Italia
2016 “Tracce d’arte” Leverano (Le) Italia

MOSTRE PERSONALI

2015 “Ad occhi aperti” Montone (PG) Italia
2016 “Resilienza” Montone (PG) Italia
2017 “Connessioni” Umbertide (PG) Italia

PUBBLICAZIONI

Tutti i cataloghi relativi alle diverse mostre collettive dal 1997 al 2015 e il catalogo della mia personale “Ad occhi aperti ”
2003 “La Magia del Ferro battuto italiano” di G. Ciscato (Alinea Editrice) ISBN 88-8125-742-4
2007 “I Maestri italiani del ferro battuto 2” di G. Ciscato (Alinea Editrice) ISBN 978-88-6055-158-0
2015 “Fabbri italiani contemporanei” di A. Rizzo (Rizzo Editore) ISBN 978-88-903359-5-2
2017 “Umbria Contemporary Art” vol.1 Wfedizioni ISBN 978-88-8341-590-6
2017 “Connessioni forme parole luci” di Alunni Alberto (Gruppo Editoriale Locale) ISBN 978-88-96330-58-6

ISTALLAZIONI

2014 Centauro – Umbertide (PG) – Opera dedicata alla Madonna protettrice dei motociclisti situata nella chiesa Santa Maria della Reggia “la Collegiata”
2013 Mannaja – Piazza 7 Maggio Pietralunga (PG) – Scultura collocata nel centro della piazza di Pietralunga, ispirata al miracolo della mannaja

Curriculum Umbria Contemporary Art 2017

Alberto Alunni è nato nel 1967 a Nizza, in Francia, ma vive e lavora tra Pietralunga e Montone, in provincia di Perugia.
Terminato il Liceo Scientifico si trasferisce a Perugia per proseguire gli studi alla Facoltà di Veterinaria, ma la sua vena artistica prende il sopravvento spingendolo a intraprendere un’altra strada.
Nel 1995 apprende le basi del ferro battuto in una piccola ma suggestiva bottega artigianale nel borgo medievale di Montone, in provincia di Perugia, dove dopo aver finito il suo turno di lavoro si
trattiene per dare sfogo alla creatività.
Nel 2001 vince il primo premio di Forgiatura di gruppo alla Biennale Europea di Arte fabbrile di Stia, in provincia di Arezzo, dove le sue opere riscontrano un notevole successo.
Incoraggiato dal risultato, l’anno successivo si trasferisce in una valle tra le colline umbre, nel comune di Pietralunga, dove apre il suo laboratorio.
Si dice che ogni luogo abbia un Genius loci speciale – scrive Nicoletta Boldrini –
se volessimo applicare questo concetto a un luogo particolare, potremmo dire che quel luogo è numinoso, cioè colmo della presenza di un nume, pervaso da un’aurea di sacralità.
I luoghi chiamano, evocano, ci inseguono e, quando vogliono, sanno farsi scoprire, anche intimamente. Chi riesce a cogliere questa voce e interpretarla, compie un vero miracolo creativo. Alberto Alunni è uno di quelli che hanno saputo interpretare questo segreto e ne ha
imbevuto intimamente tutta la sua opera.
Grazie a una spiccata manualità, l’artista crea opere ispirate all’incomparabile bellezza della natura che lo circonda.
Gli alberi, i fiumi, la fauna, i paesaggi della sua terra, colti nel loro muoversi quotidiano, fermati in una materia rigida come il ferro eppure pieni di vita, diventano i protagonisti di un mondo
affascinante.
Tutta l’opera di Alberto è una sintesi perfetta della coscienza di luogo – continua la Boldrini –
è la capacità di riacquisizione dello sguardo sui luoghi come valore, ricchezza, tradizione, radici, ma anche relazione potenziale tra l’individuo, la comunità e il paesaggio che li circonda, insomma uno sguardo a occhi aperti.
Oggi Alunni è un artista apprezzato dalla critica e dal pubblico per il suo inconfondibile stile, che rappresenta un’alchimia capace di regalare sempre forti emozioni e serenità in chi la guarda.

LABORATORIO

Loc. Casa nova di valcupa, 41 – 06026 Pietralunga (PG)
Uscita E45 Montone, direzione Pietralunga al sedicesimo km e mezzo

CONTATTI

Tel. laboratorio 0759460464
Cell. 3934002103
Email: alunnialberto@libero.it
Sito Web: www.alunnialberto.it