banner

Palio della Mannaja

Si svolge ogni anno nel mese di agosto, più precisamente la seconda domenica di agosto vi è la disputa del Palio della Mannaja con la gara del “biroccio” e tutta la settimana precedente a partire dal lunedì è ricca di eventi collegati al Miracolo della Mannaja e non solo.

Il Palio è la manifestazione storica più importante del paese, rievoca un fatto realmente accaduto a Pietralunga l’11 settembre 1334, quando un certo Giovanni di Lorenzo di Picardia per recarsi in pellegrinaggio a Lucca passò per Pietralunga, qui venne ingiustamente accusato di aver ucciso un uomo e per questo condannato a morte. Poco prima dell’esecuzione lo sventurato si rivolse fiducioso al Volto Santo e nel momento in cui il boja tentò di tagliargli la testa con la mannaja accadde qualcosa di miracoloso: la lama si rivoltò. Molte le testimonianze che supportano tale fatto, tra cui una lettera autografa di Branca de’ Branci, podestà di Pietralunga e la stessa mannaja, conservata nel Duomo di Lucca, appesa vicino alla Cappella del Volto Santo a testimonianza del miracolo accaduto.
Quindi è possibile oggi ammirare la Mannaja, di fronte alla Cappella del Volto Santo, nella colonna di destra, del Duomo di Lucca, dove si nota la mannaia “che non offende un innocente” . Poco sotto una lapide in marmo ricorda il miracolo, uno dei tanti, effettuato dal Volto Santo, e dice: “fermati un momento ed ammira il prodigio. Nell’anno del signore 1334 Giovanni di Lorenzo implorato con preghiera aiuto questa santa croce la mannaia sollevata per sua morte lo conserva in vita e ne fa palese innocenza: poichè era stato falsamente accusato omicidio gola prontamente sottopose al ferro ben tre volte si rende molle per salvarlo. va impara che nessuna più efficace dell’innocenza ottenere prodigi.”
Adesso a 650 anni di distanza la mannaia è conservata nella cattedrale a ricordo perenne di quanto avvenne quel giorno.
A tale proposito il sabato sera viene realizzata la rievocazione storica del miracolo.
Ma il momento più appassionante, è la domenica pomeriggio, con la tradizionale corsa del Biroccio, un pesantissimo carro utilizzato durante tutto il medioevo per trasportare i condannati a morte. 430 kg spinti a mano dai rappresentanti dei 5 rioni: Borgo de Sopra, Borgo de Sotto, Quartiere del Monte, Quartiere delle Valcelle e Quartiere del Piscianale. Chi effettua il percorso nel minor tempo possibile vince. Una vera corsa a tempo, davvero entusiasmante.

Settimana ricca di eventi per gli amanti di concerti, teatro, musica e folklore dove è possibile, oltre che entusiasmarsi con la rievocazione del Miracolo e la Gara del Biroccio, partecipare alla tradizionale cena del palio, ammirare lo spettacoli dei “Sbandieratori e Tamburini” di Pietralunga, il corteo storico. In oltre per i buon gustai per tutto il week end taverne, botteghe ed osterie per tutto il centro storico, dove è possibile ammirare ed acquistare prodotti dell’artigianato locale, degustare la gastronomia locale e soprattutto assaporare l’accogliente atmosfera pietralunghese.