banner

Sulla Via di Francesco – Vademecum per Accogliere il Pellegrino

Scarica il File: Vademecum del Pellegrino

ITINERARI CHE PASSANO PER PIETRALUNGA:

· Via di Francesco

Sito di riferimento:  www.viadifrancesco.it
Segnaletica GIALLA – BLU

· Cammino di Assisi

Sito di riferimento:  www.camminodiassisi.it
Segnaletica VERDE

· Di qui passo Francesco

Sito di riferimento:  www.diquipassofrancesco.it
Segnaletica TAU GIALLO

· Sentieri CAI

Sito di riferimento:   www.caigubbio.it
Segnaletica ROSSO – BIANCO – ROSSO

· Franziskusweg Italien (Cammino di San Francesco)

Sito di riferimento:   franziskusweg-italien.com
Non ha segnaletica, i pellegrini viaggiano con la propria guida e vengono da Bocca Serriola, poi il percorso coincide con gli altri.

· The Way of St Francis

Link: https://caminoways.com/ways/st-francis-way-cammino-di-francesco
Segnaletica GIALLA – BLU

Descrizione Tappa Pietralunga – Gubbio

Partenza: Pietralunga
Arrivo: Gubbio
Lunghezza (km): 26.2
Distanza: media
Tempo di percorrenza: ore 7 minimo
Difficoltà: escursionistico medio

Dalla piazza, ai piedi della Rocca Longobarda si prende sulla sinistra via Roma. Al termine della discesa (km 1), si prosegue dritto, in direzione Salceto Lame e Morena. Circa dopo 1 Km si gira a destra per una strada imbrecciata. Guadato senza difficoltà il rivo d’acqua, inizia la salita (km 1,8); i primi 500 m sono ripidi, ma poi il cammino sale progressivamente.

Al bivio (km 3,9) si continua facendo attenzione ai segnali in vernice posti su un gruppo di pietre. Si prosegue in falsopiano e poi in discesa su asfalto; in meno di 1 km si raggiunge l’abbazia di San Benedetto Vecchio (km 3,8). Superato il ponte sulla curva, 512 mslm (km 5,4), si sale su un’ampia carrareccia. Si cammina senza difficoltà attraverso boschi e prati aperti, che offrono ampie vedute sui colli circostanti. Si supera il casale Sesse, 711 mslm (Km 8,2). Il percorso alterna salite leggere e discese dolci. Si oltrepassa un laghetto artificiale (km 8,6) e si prosegue dritto, inoltrandosi nel bosco di conifere.

Giunti in vista di un gruppo di casali, si scende (km 10,5) a sinistra su un tratto dissestato per meno di 200 m. Dopo aver superato un passo (se chiuso, si deve sempre richiuderlo), si oltrepassa un bel casale costruito con la tipica pietra locale e un’azienda agricola sulla destra (km 12,23).

Si affronta, quindi, con calma una salita, fino a raggiungere la località Madonna di Montecchi (km 15). Da questo punto si prosegue su strada asfaltata e, all’improvviso, si apre la splendida pianura intorno a Gubbio, dove le linee orizzontali dei campi incrociano le linee verticali dei pioppi lungo i canali di irrigazione. Giunti a Loreto (km 16,4), il paesaggio cambia: i boschi silenziosi lasciano spazio ai campi coltivati e ai paesi. Si giunge su un belvedere alberato accanto alla chiesa di San Giovanni Battista (di solito chiusa, ma il gentile custode abita proprio di fronte).

Si prosegue in discesa, fino alla località Abbadia di Piazza, dove si procede su una strada secondaria, fiancheggiata da imponenti querce. Dopo un’area giochi per bambini (km 18,4), si raggiunge l’incrocio con la strada provinciale (km 19,3), che si attraversa (sulla destra c’è un bar) facendo attenzione al transito di veicoli. Si raggiunge la località Raggio e inizia un lungo tratto in pianura, un po’ noioso.

Fare attenzione, in piena estate, al sole. In alto, sul monte Ingino, appare il santuario di Sant’Ubaldo e si rilevano in distanza anche le eleganti forme del Palazzo e della piazza dei Consoli. Si supera la località Madonna di Mezzo Piano (km 24) e dopo poco si affronta, facendo attenzione ai veicoli, il passaggio stretto sul cavalcavia della superstrada. Il cammino prosegue nella periferia di Gubbio.
In prossimità di una palestra, a sinistra, si prende a destra, ricercando il segnale in vernice.

Da via dell’Alboreto si attraversa la rotatoria proseguendo dritto su via Rosmini. Si raggiunge l’anfiteatro romano, percorrendo via Alcuino da York.

Si prosegue sul viale del teatro romano fino alla porta medievale, che si attraversa per raggiungere la chiesa di San Francesco (km 26,2). Qui si è accolti dalla tenera statua che rappresenta Francesco e il lupo, a ricordo del miracolo della belva feroce ammansita dal Santo.

FONTANELLE ACQUA LUNGO IL PERCORSO

1) Voc. Valdefogna a 3,2 km da Pietralunga. La Fontanella si trova passata l’abitazione sulla sinistra adiacente al conservone dell’acqua- Coordinate: N43° 26.256′ E12° 27.201′

ATTENZIONE Fare rifornimento di acqua la prossima fontanella sarà a circa 17 Km

2) Loreto – presso la chiesa a 20,5 km da Pietralungae 10 km da Gubbio Coordinate: N43° 23.504′ E12° 29.653

3) Casamorcia– a 24,5 km da Pietralunga e 6 km da Gubbio
Coordinate: N43° 22.121′ E12° 31.190′

4) Settestrade – a 26 km da Pietralunga e 4,5 km da Gubbio
Coordinate: N43° 21.481′ E12° 31.763′

PERICOLI

ATTENZIONE AI CANI LUNGO IL PERCORSO: molte persone ci segnalano la presenza di cani che fanno da guardia alle pecore e alle aziende agrarie che si incontrano lungo la via! Per i consigli specifici vi consigliamo di consultare il link seguente: http://viefrancigene.com/cani-lungo-la-strada-come-comportarsi

ATTENZIONE Porta sempre con te una buona scorta d’acqua soprattutto durante il periodo estivo: lungo la strada non ci sono tante fonti.

ATTENZIONE al fondo viscido in caso di pioggia soprattutto nel tratto da San Benedetto a Loreto dove il sentiero passa attraverso boschi e pinete.

ORARI PULMAN

Vi consigliamo sempre di consultare il sito qui riportato

http://www.fsbusitalia.it/fsb/L’offerta/Linee-regionali/Umbria

nella sezione SERVIZI EXTRAURBANI/ORARI BACINO DI PERUGIA

ORARI MESSA

Dal lunedì al venerdì ore 18:00 presso Sala Angela Fiorucci – Palazzo Fiorucci.

Sabato ore 17:00 presso il Santuario Madonna dei Rimedi.

Domenica 8:30 presso Sala Angela Fiorucci – Palazzo Fiorucci e ore 11:00 presso il Santuario Madonna dei Rimedi.

Confessioni dopo ogni messa.

Timbro della credenziale dopo la messa dalle 18:00 in sacrestia o canonica.

TAXI SOCIALE

Per i pellegrini che necessitano di un passaggio o per il trasporto bagagli. Da utilizzare solo in caso di effettiva necessità.

Numero di riferimento 347 3785364 e 3482809541

Tariffa 0,35 centesimi al KM e 5,00 € a chiamata

NUMERI UTILI

  • Parrocchia 075 9460055
  • Guardia medica 075 5416168
  • Farmacia 075 9460521
  • Carabinieri 075 9460013
  • soccorso alpino 118 (specificando che si tratta di un intervento in montagna)
  • soccorso sanitario 118
  • pronto intervento della guardia forestale 1515
  • pronto intervento dei Carabinieri 112
  • pronto intervento della Polizia di Stato 113

DOVE DORMIRE

Accoglienza “povera”

  • A Pietralunga – Parrocchia Santa Maria – Don Francesco 328 0338261
  • A Gubbio – Piccola Accoglienza coordina le strutture ricettive della Diocesi di Gubbio presso parrocchie, conventi ed eremi proponendo pacchetti completi per il soggiorno, il ristoro e il trasporto. www.piccolaccoglienzagubbio.it
Scarica il File: Piantina accoglienza Gubbio

Accoglienza “specializzata”

DOVE TIMBRARE LA CREDENZIALE

La credenziale è un documento di viaggio che accompagna il pellegrino e serve a distinguerlo da un turista, un viaggiatore, un girovago. Sulla credenziale vengo apposti dei timbri (uno o anche più per ogni tappa) con data e firma di chi ti accoglie. Si può timbrare:

in comune dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 14:00

e il martedì e giovedì dalle 15:00 alle 18:00

In sacrestia dalle 17:00 in poi.

COSA FARE A PIETRALUNGA

VISITA GUIDATA INTERATTIVA

Armati soltanto del nostro smartphone potremo scoprire la storia e le bellezze di Pietralunga in una visita guidata interattiva in ITALIANO

Il percorso si snoda tra i monumenti più importanti che caratterizzano il territorio attraverso un viaggio interattivo nella storia. Partendo dai QR Code posti in prossimità dei monumenti si potranno conoscere aneddoti e curiosità che nel corso dei secoli hanno attraversato e plasmato i vicoli medievali di Pietralunga.

Per informazioni in INGLESE consultare il sito www.turismo.pietralunga.it/self-guided-tour

 

BUON CAMMINO